AUTO: 8° Trofeo Vesuvio, Criscuolo campione e grande Formula Challenge

Al Circuito Internazionale Napoli di Sarno si è svolta l’8° edizione del Trofeo Vesuvio per l’automobilismo. In lizza la finale Nazionale della spettacolare serie “Le bicilindriche” e la sesta prova del Campionato Italiano Formula Challenge.

Con condizioni ottimali per lo svolgimento delle gare, a Sarno presso il Circuito Internazionale Napoli si è svolto l’8° Trofeo Vesuvio che ha compreso la finale nazionale della fortunata serie delle “Bicilindriche” e la tappa dell’italiano valevole per la Formula Challenge. In pista vetture a due cilindri più classi Turismo, Sport, Formula e Gt.
Alle verifiche, sono state 19 le vetture per le “bicilindriche” e 15 per la Formula Challenge in un evento ben riuscito e seguitissimo dagli spalti del Circuito Campano.
Si è iniziato nel mattino con con le prove ufficiali. La serie “le bicilindriche” ha svolto poi gara 1 e gara 2 mentre per la Formula Challenge due manches più la finale.
BICILINDRICHE. Si è arrivati alla finale di Sarno dopo ben sei round da Binetto (2 turni), Fasano (validità pista e salita), Magione, Vallelunga ed Airola. Per la classifica invece ben quattro piloti a contendersi il titolo ovvero O. Criscuolo, G. Cuomo, P. Coppola e C. Rumolo tutti su Fiat 500 Gr. 5 – 700cc. In qualifica a Sarno, miglior tempo e pole position per gara 1 a O. Criscuolo con 59.964 sui 1416 metri del tracciato auto. Al suo fianco G. Cuomo. In seconda fila, Coppola e Pastore e l’altro pretendente Rumolo nella postazione 7. Viatico per una gara 1 davvero combattuta. Gara 1. Criscuolo parte benissimo ma il colpo di scena è di Cuomo che dopo un giro è costretto all’abbandono. Criscuolo porta a termine i 13 minuti più un giro di gara vittorioso. A seguire per il podio, P. Coppola e P. Pastore con C. Rumolo che da scalatore, termina al quarto posto. Gara 2. Con la griglia di partenza invertita ovvero il sesto di gara 1 va in pole e così a seguire per le prime sei posizioni. Quindi, prima fila per Ferragina e Sannino (sesto e quinto in Gara 1) e Criscuolo con Coppola a posizionarsi in terza fila. Partenza corretta e occhi su Criscuolo che ha già seriamente ipotecato il titolo. Per lui una intelligentissima gara che lo farà terminare a ridosso del podio. Pastore e Coppola, danno spettacolo e concluderanno rispettivamente primo e secondo. Terzo invece arriverà G. Cuomo, con Sannino che segnerà il giro veloce in gara. Alla luce di questi risultati, si proclama Campione Italiano “le bicilindriche” il giovanissimo pilota di Agerola Onofrio Criscuolo. Complimenti!
FORMULA CHALLENGE. 15 piloti in pista, al Circuito Internazionale Napoli per la terzultima prova del Campionato Italiano F. Challenge. Creati dalla Direzione di gara tre raggruppamenti composti più una categoria amatoriale come gara di contorno. Nelle prove ufficiali, con tre giri più la formazione, miglior tempo e quindi punteggio per F. Palladino (Peugeot 205 Rallye – 2° r) con 58.731; per M. Zaniboni (Lotus Exige – 5° r) con 53.243 e per P. Giordano (Radical Sr4 Suzuki – 8° r) con 49.765. Per le successive manches prima della Finale, vittorie andate in m1 a: F. Palladino (r 1-2-10), M. Zaniboni (r 3+5+9) e P. Giordano (r 8). In m2 invece si confermano i nomi di Palladino e Giordano ma è grande la prestazione di S. Braghieri (Renault Clio 16v – 5° r). In Finale, per la prima classe composta (r 1-2-10) vince F. Palladino assoluto mattatore di giornata con il miglior tempo in 57.821. Nella seconda classe composta (r 3+5+9) è S. Di Mare (Seat Leon Cup – 5° r) a fare il colpaccio con il miglior tempo in 52.228 ed a concludere l’evento, vittoria in finale per P. Giordano con il best lap in 48.581.

Karting: (ENG) In Sarno ”volcano works” for RMCGF 2016 with the six world champions.

Chequered flag for the Karting marathon of the Rotax Max Challenge Grand Finals that performed its incredible motorsport show on the well noted Circuito Internazionale Napoli, Sarno’s track in Italy.

Six days, a motorsport Karting journey along the last week litterally full of passion, emotion and competition as the claim on poster’s event said. The event has been the world Grand Finals by Rotax and the Circuito, Sarno’s Karting venue, has offer the best sport stage for this incredible show. New track layout, new track surface, over one hundred fifty personell plus the Rotax crew involved, over 65 media personell from alla round the world in a brand new press room highly equipped to spread the show.
From the 359 drivers as participants, on Saturday, day of the finals race, only 207 helmets on track in the six classes of the RMCGrandFinals. Early days with a tricky track and crazy meteo condition but a beatiful sun for the Finals.

Micro Max. 35 micro champions on grid for the Finals. Pole position spot for american J. Egozi. 10 laps for the race and on top for the final and for Rotax micro world title is the other driver from the States, Diego Laroque on board of kart with Rotax Micro engine and Praga chassis.
Mini Max. 36 drivers on track for 12 laps. Kart vehicles powered by Rotax with Italian BirelArt chassis. Start from first position canadian T. Nepveu with french H. David. An amazing race with springbok’ driver J. Els that from the tenth spot, won the race!!
Junior Max. Hectic race during the 17 laps and after on race bureau. Start from the pole danish M. Lund with british J. Hoggard. Is the Italian M. Settimo to won on track after a great performance but a standing revolution made by race controller assign a penality to Italian guy who fall on fifth position and victory to M. Kimber from Uk.
Max. It is just a business for russian driver D. Mavlanov. Starting from the pole, gain a clear victory in his own class powered by Rotax and french chassis Sodì.
DD2 Master. Pole position for the flying dutch D. Kroes. It is the battle between finnish A. Ollikainen and australian L. Mitchener to magnify the show on track. At the end of the 20 laps is the springbok to gain the top of the podium. Karts vehicles powered by Rotax and Sodì chassis.
DD2. First raw on grid for J. Hart (NZL) with F. Kancsar (HUN) on the group with gearbox engine by Rotax and chassis by BirelArt. Amazing race one more time and is the really competitive driver from Hungary to be the DD2 world champion for the Rotax Max Challenge Grand Finals, 2016 Sarno’s edition.

Karting: a Sarno il vulcano ha eletto i sei campioni mondiali della Rotax

Al Circuito Internazionale Napoli epilogo della maratona Karting delle Rotax Max Challenge Grand Finals. Incredibile agonismo in pista con un coloratissimo ed affollatissimo paddock.

Un lungo viaggio iniziato lunedì della scorsa settimana sulla pista di Sarno per i 359 piloti di 60 diverse Nazioni per una delle maggiori manifestazioni della specialità Karting, le Rotax Max Challenge Grand Finals. Grandissima organizzazione del Circuito Internazionale Napoli che ha ospitato l’evento del colosso motoristico Rotax – BRP con oltre 150 persone occupate a supporto dell’evento, con un nuovo disegno della pista, con un nuovo asfalto per le gare e con una apposita sala stampa occupata da ben 65 giornalisti da ogni parte del mondo più il personale tecnico per foto e video. La settimana è stata dedicata alle fasi di qualificazione alle finali, giorni caratterizzati da variabili e severe condizioni atmosferiche ma per l’epilogo dell’evento meteo perfetto a vantaggio dell’agonismo e dello splendido colpo d’occhio che il Circuito ha offerto. Sei le classi in pista per le gare di Finale e qualificati 207 piloti.
Come da programma:
Micro Max. 35 piloti in griglia, micro campioncini con età fra gli otto ed i dieci anni su kart motorizzati Rotax e telaio della Praga. Parte dalla pole position l’americano J. Egozi. 10 giri di gara sui 1548 metri del Circuito e vincitore della finale mondiale è stato l’altro americano Diego Laroque.
Mini Max. 36 piloti ammessi alla finale e prima fila formata dal canadese T. Nepveu insieme al francese H. David. I giri di gara sono stati 12. In mini max, motore logicamente Rotax e telaio questa volta dell’Italiana BirelArt. Gara combattuta ed il sudafricano J. Els che partiva dalla 10 piazzola, azzarda il colpo e vince alla grande.
Junior Max. Griglia di partenza formata da 17 file. Quindi, sempre con 34 piloti e prima piazza occupata dal danese M. Lund. I giri di finale sono 17 è l’italiano M. Settimo a vincere. Ma colpo di scena e penalizzazione per il vincitore che viene attardato di quattro posizione. Classifica finale rivoluzionata e vincitore è il britannico M. Kimber su telaio Praga e motorizzazione Rotax.
Max. In pole position il russo D. Mavlanov sempre competitivo durante l’evento con tutte le condizioni di pista trovate a Sarno lungo la settimana Rotax. Parte a razzo e vince in solitario. Kart motorizzato Rotax con telaio della francese Sodì.
DD2 Master. Pole position l’olandese volante D. Kroes. E’ la battaglia fra il finlandese A. Ollikainen e l’australiano L. Mitchener a rendere magnifico lo show in pista. Alla fine dei 20 giri di gara, sarà l’australiano a meritarsi il primo posto del podio. Karts motorizzati Rotax con cambio a 2 rapporti e con telaio della Sodì.
DD2. Ultima gara di finale in programma. I kart sono motorizzati dall’unità Rotax dotata di cambio e dai telai della BirelArt. Prima fila formata da J. Hart (NZL) con F. Kancsar (HUN). Si laurea campione delle Rotax Max Challenge Grand Finals, edizione 2016 a Sarno, classe DD2, il forte pilota ungherese F. Kancsar.

Karting: (ENG) Heavy rain in Sarno for RMCGF 2016 PreFinals races

Done! The grids for finals are ready to be perfomed on Sarno’s track for Rotax Max Challenge Grand Finals

On Friday at Circuito Internazionale Napoli, home of Rotax Grand Finals it was the heavy rain to be the absolute star of the day. In Sarno have been carried out, with this condition, 10 races as PreFinals. The last ones before the Grand Finals. Six classes on track: Micro, Mini, Junior, Max, DD2 and DD2 Masters.
Here the recap of this hectic day.
Micro Max. First raw on grid for dutch drivers R. De Haan on pole with K. Haanen on his side. After, 9 laps at chequerd flag is J. Egozi to gain the victory against 33 micro champions.
Mini Max. On top of the starting grid there has been french V. Bernier. But is the canadian T. Nepveu the winner of this prefinal.
Junior Max. For the PreFinal (A) is P. Minang from Indonesia to start from the pole. Rain, rain to emphatize the show from the track. Winner for this race has been danish M. Lund.
For PreFinal (B) of Junior Max, first raw with T.S. Schmidli from Swiss as pole starter with Italian M. Rosina. Winner of the race has been J. Hoggard from UK.
Max. C. Dreyspring is the poleman in PreFinal (A) that has showed at the end of the race, russian D. Mavlanov as a winner. In the PreFinal (B), first raw with N. Roovers from Belgium and A. Renaudin. After 15 laps is the French Renaudin to gain the victory.
DD2. First spots on grid for F. Kancsar (HUN) and Italian C. Durante. The final result of PreFinal (A) on DD2 class with gearbox, two speed, has been Kancsar. On PreFinal (B), C. Sorensen and C. Leudi on top of the grid. After a great race, winner has been J. Hart from Australia.
DD2 Master. Pole position for brazilian F. Guzzi, very competitive here in Sarno since the early days of RMCGF. But, surprise on PreFinal (A) with the victory to finn A. Ollikainen. On PreFinal (B) first raw of starting grid with canadian S. Campbell and L. Mitchener from Australia. Winner, the flying dutch D. Kroes

Karting: Pista bagnata a Sarno per le PreFinali mondiali della Rotax

Al Circuito Internazionale Napoli una pioggia intensa ed incessante ha caratterizzato la giornata in cui si sono corse le PreFinali della gara mondiale Rotax.

A Sarno con la pioggia assoluta protagonista si sono svolte le ultime gare in vista delle Finali Mondiali Rotax. Condizioni difficili in pista per i piloti delle sei classi dell’evento Rotax Max Challenge Grand Finals, dato che comunque si traduce in una grossa spettacolarità per i numerosissimi visitatori sulle tribune del Circuito Internazionale Napoli. Dieci gare in tutto per il venerdì. Denominate PreFinali. Le classi Micro e Mini hanno svolto una gara ognuna. Le restanti, la gara A e la gara B.
Micro Max. Prima fila per gli olandesi R. De Haan in pole con K. Haanen al fianco. Dopo 9 giri è lo statunitense J. Egozi a vincere contro 33 micro campioni.
Mini Max. Pole per il francese V. Bernier. Ma è il canadese T. Nepveu a vincere questa prefinale.
Junior Max. Per la PreFinale (A) è l’indonesiano P. Minang a partire dal palo. Pioggia, pioggia ad enfatizzare lo spettacolo dalla pista. Vincitore il danese M. Lund. Per la PreFinal (B) della Junior Max, prima fila con T.S. Schmidli dalla Svizzera come pole starter con l’Italiano M. Rosina. Vincitore della gara è stato J. Hoggard from UK.
Max. C. Dreyspring è il poleman della PreFinale (A) che ha mostrato al termine della gara il russo D. Mavlanov come vincitore. Nella PreFinael (B), prima fila per il belga N. Roovers e per A. Renaudin. Dopo 15 giri è il francese Renaudin a guadagnare la vittoria.
DD2. Prima posizione in griglia per l’ungherese F. Kancsar con l’Italiano C. Durante al suo fianco. Il risultato finale della PreFinale (A) nella classe DD2 dotata di cambio a due rapporti, è stato Kancsar. Nella PreFinale (B), C. Sorensen e C. Leudi all’inizio della griglia di partenza. Dopo un’avvincente gara il vincitore è stato l’australiano J. Hart.
DD2 Master. Pole position il brasiliano F. Guzzi, molto competitivo a Sarno sin dalle prime battute dell’evento. Ma colpo di scena nella PreFinale (A) con la vittoria andata al finlandese A. Ollikainen. Nella PreFinale (B) prima fila con il canadese S. Campbell e L. Mitchener dall’Australia. Vincitore l’olandese volante D. Kroes. Pronti per le finali del Rotax Max Challenge Grand Finals.

Karting: (ENG) In Sarno for RMCGF 2016 with 18 QHeats for over 255 Kilometers of pure motorsport.

Another day in Sarno at Circuito Internazionale Napoli along the race-week waiting the Grand Finals 2016 by Rotax. Cloudy, sunny but no rain and great show from the track with the end of Qualification phase. First draft for the final’ starting grids

The DAY 6 of RMCGF Sarno’s edition represents the end of Qualification phase. From the original 360 participants, through official practice sessions and through races as Qualification Heats (Qh), only 36 drivers for each of the six classes will take the spot on the starting grids for the Final races. Anyway, on this day last two sessions of Qhs and road to Finals quite to be over with only the double Prefinals to run.

So, as daily report, 18 races are performed on the meravellous racing stage of Circuito Internazionale Napoli for over 255 kilometers of pure motorsport. Fantastic performance in DD2 Masters for canadian S. Campbell with a double victory in the Heats. Same big result for Brazilian F. Guzzi on the same class with gearbox. Finally, an Italian driver mark as well the victory is M. Rosina in Junior Max class. Looking at schedule, last day before Finals is coming. For Friday, warm-up, PreFinals group A and PreFinals group B for all the six classes of the Rotax Max Challenge Grand Finals, 2016 Sarno’s edition.

Karting: 18 gare a Sarno per circa 255 km di spettacolare motorsport

Si è esaurita a Sarno presso il Circuito Internazionale Napoli la fase di qualificazione in vista delle gare di Finale dell’evento mondiale Rotax.

Il gruppo dei 360 piloti divisi nelle sei classi del Rotax Max Challenge Grand Finals, ha esaurito la fase di qualificazione. Tradotto, arriveranno sulle griglie di partenza delle Finali, solo 36 piloti per ognuna delle 6 classi dell’evento mondiale di Sarno. Questo processo è stato composto dalle prove di qualifica delle giornate scorso e dalle gare come Manches di Qualifica. Nel giorno 6 delle RMCGF si sono svolte ben 18 gare, manches ed i piloti in toto hanno percorso per gli appassionati ben oltre 255 km di spettacolare motorsport. Sugli scudi con ben due vittorie in gara , il canadese S. Campbell ed il brasiliano F. Guzzi entrambi nella DD2 Master, dotata di cambio e quindi molto prestazionale. Da sottolineare, finalmente una vittoria italiana ad opera di M. Rosina in Junior e per C. Durante in DD2. Per il venerdì, in attesa della composizione delle griglie e terminata quindi la fase di qualifica, in pista le PreFinali, divise in due turni.

Karting: (ENG) In Sarno “kick off” on track for RMCGF 2016 with QP and QHeats

DAY 4 in Sarno, home of Rotax Max Challenge Grand Finals 2016. It has been the real kick off for this world event where the drivers have been on track for the Qp and the first races  as Qualifiying Heats.

In Sarno’s track in Italy performing the RMCGF at Circuito Internazionale Napoli  one of the most important plant for Karting motorsport speciality.

As alredy communicated, 360 helmets involved in the event with drivers from 59 different countries. Six the classes where drivers are competing. The RMCGF is promoted by a giant of the engineering industry, the Austrian BRP-Rotax.

Non official session on track on Monday and Tuesday. On day 4, Wednesday, as schedule first official activities with the Qualifying Practices (Qp) for all six classes and 10 races as Qualifying Heats (Qh).

Weather condition excellent and track a little bit tricky as a grip due the heavy rain of previous day.

Leaderboard for the day. The results of Qualifying Practices (Qp) valid to be on pole position spot for the races as (Qh) are: on Micro Max class, R. De Haan (NED) with 1.11.488; on Mini Max, M. Boya (ITA) with 1.07.934; on Max Junior, R. Macdermid (CND) with 1.03.010; on Max Senior, M. Novak (AUT) with 1.01.735; on Max DD2, K. Bielecki (POL) with 1.00.113 and in Max DD2 Masters, N. Verheul (RSA) with 1.00.635.

Concerning the Qh, scheduled 10 races and names under the spotlighs are as winners: S. Vallve from Hungary on Micro Max, V. Bernier from France in Mini Max; British driver J. Hoggard in Max Junior, L. Schiavo from Venezuela with USA licence in DD2 Master.

On the road for Saturday, 22 October for the Grand Finals races, on Thursday, day 5 other Qh sessions plus the warm-up on the early morning.

Karting: Qualifiche e manches ufficiali a Sarno per le Rotax Grand Finals

DAY 4, quarto giorno delle Rotax Max Challenge Grand Finals al Circuito Internazionale Napoli con le prove ufficiali e ben 10 gare come Manches di qualifica.

Sulla strada per giungere alle gare Finali dell’evento mondiale Rotax, a Sarno presso il Circuito Internazionale Napoli sono iniziate le attività ufficiali in pista con la disputa delle prove cronometrate di qualifica e le gare valide come manches di qualifica appunto. Come già comunicato, il paddock e le tribune sono strapiene con ben 360 piloti in pista da 59 nazioni. I piloti sono divisi per la competizione in 6 classi tutte motorizzate Rotax.

Dopo lo scorso fine settimana dedicato all’accoglimento ed alla registrazione dei piloti e dei rispettivi team nazionali, di lunedì e martedì si sono svolte le prove libere ma è stato proprio il giorno 4 dell’evento a dare i primi riscontri ufficiali con le prove di qualificazione e ben 10 gare valide come manches.

Eccellenti le condizioni meteo e pista un po’ scivolosa a causa delle forti piogge dei giorni precedenti.

Per quel riguarda i risultati delle prove cronometrate, valide per ottenere le pole position nelle successive gare come manches, ecco i nomi: nella classe Micro Max, R. De Haan (NED) con 1.11.488; nella Mini Max, M. Boya (ITA) con 1.07.934; nella Max Junior, R. Macdermid (CND) con 1.03.010; nella Max Senior, M. Novak (AUT) con 1.01.735; nella Max DD2, K. Bielecki (POL) con 1.00.113 ed infine nella Max DD2 Masters, N. Verheul (RSA) con 1.00.635.

A seguire si sono svolte ben 10 gare come manches ed i nomi nel particolare leaderboard del Circuito sono stati, quindi vincitori: S. Vallve dall’Ungheria nella Micro Max, il francese V. Bernier nella Mini Max; l’inglese J. Hoggard nella Max Junior, L. Schiavo pilota venezuelano con licenza USA nella DD2 Master.

In attesa delle gare  Grand Finals di sabato 22 di ottobre, per giovedì, day 5, alter due sessioni di gare come Manches più il warm-up nella prima mattinata

Karting: (ENG) FIRST PRACTICES IN SARNO FOR THE ROTAX MAX CHALLENGE GRAND FINALS 2016

Rotax Max Challenge Grand Finals, Sarno’s edition and event in progress with track open for the first session of free practices. Big numbers and great organization from the Rotax that found on Italian track the best stage for its world event. One more time it is another Vulcano (Vesuvious) works!

Track open at Circuito in Sarno, Italy, where is performing the Rotax Max Challenge Grand Finals one of the biggest world event for Karting motorsport activity. The event will be at Circuito Internazionale Napoli along the present week and already show big numbers. 360 helmets or drivers on track from over 59 countries, divided in six categories. Rotax Max Challenge is a “one-make-engine” formula, other providers only for the Kart chassis are: Italian BirelArt, French Sodì and Praga –IPK Group. As scheduled, program, drivers registration and equipments assignment already done on last weekend. On Monday, first engagement with track for the drivers on Monday and Tuesday with Free Practices (FP). From Wednesday to Thursday, Qualifying Practices (QP) and first races as Qualifying Heats. On Friday, PreFinals races and on Saturday, October 22nd Finals and event closure. Track leght 1548 meters

So, from the track first response with the non official practices session of day 1. On Micro Max, Portuguese A. Malheiro lapped the course in 1.12.123; on Mini Max, J. I. Teske from Uruguay sign as best lap 1.08.587; on Junior Max Austrian driver L. Dunner with 1.02.889; on Max, Argentinian driver F. Durder with 1.02.360; on DD2, Hungarian F. Kancsar with 1.01.401 and on DD2 Master, Brazilian L. Neinkoetter with 1.01.948.