KARTING: 22 Trofeo “Ayrton Senna” 2017

22° Trofeo “Ayrton Senna” 2017
Spettacolare ultima gara di stagione corse presso il Circuito Internazionale Napoli con la vittoria nella classifica assoluta di M. Torsellini.

La 22esima edizione del Trofeo invernale “Ayrton Senna” conclude il calendario gare per il Karting presso il Circuito Internazionaler Napoli con il consueto pienone in pista.

A Sarno (Sa) sulla pista del Circuito Internazionale Napoli, la stagione agonistica del Karting per il 2017 ha visto il suo epilogo con la disputa del Trofeo “Ayrton Senna”. Gara svolta su più giorni durante il fine settimana festivo fra condizioni ambientali variabili e difficili ma con un grandissimo spettacolo in pista e nell’affollatissimo paddock. Sono stati ben 192 i piloti verificati ed ammessi alla gara. Le categorie sono state 10 così suddivise: 6 quelle denominate Nazionali dalla Entry Level agli eroi della KZ Gentleman; le classi Rotax che ha portato al Circuito per il Senna la Mini, la Junior Max e la DD2 (queste ultime due accorpate) ed infine la Iame del Challenge X30 con la Junior ed i Senior e Master accorpati.
Format di gara che ha previsto le prove ufficiali, la Finale 1, la Finale 2 e la Finale 3.
Giornata uno caratterizzata anche da rovesci di pioggia. Per le Prove Ufficiali: nella 60ccMini con ben 59 piloti, il più veloce è stato A. Spina (Crg/Tm); nella OKJ, in pole K. Smal (TonyKart/Vortex). Nella KZ2 invece vola C. Mollo (Crg/Tm). Nella KZ3, E. Tolfo (Junior), A. Sebastiani (Over) e su tutti A. Zanotti (Under). Per le classi motorizzate Rotax, pole per A. Festante nella Mini e F. Palladino (DD2). Per la Iame X30 Challenge infine: pole per B. Cartery (Junior) e per D. Carenini (Senior).
Dopo le qualifiche, il format del Trofeo Senna ha visto le Manche Eliminatorie per la nutritissima classe 60 Mini e le prime Finali per il restante del gruppo. Ben 17 spettacolari gare per il day 1. Accumulano punti per la classifica assoluta del Trofeo Senna 2017: P. Sacco (Evo/LKE – Entry Level), M. Haralampiev (TonyKart/Vortex – OKJ), A. Pellizzari (KR/Iame – KZ2), A. Zanotti (Maranello/Tm – KZ3 accorpata). A seguire, V. Scarpetta (Mini Rotax) e F. Palladino (DD2 Rotax accorpata). Inoltre V. Baracco (Iame X30 Junior) e D. Carenini (Iame X30 Senior accorpata).
Day 2 di domenica con condizioni decisamente migliori ma con temperature gelide. In programma le Finali intermedie e la Finale 3 conclusiva. In totale altre 21 gare per la delizia degli appassionati.

Scremato il gruppo della 60cc Mini alla bandiera a scacchi della Prefinale, primo è stato F. Pulito (Ipk/Tm) di un soffio su C. Bertuca e su J. Cimenes. Finale 2: nella OKJ, vittoria a K. Small dopo un bel duello con il promettentissimo G. Minì, secondo. Nella KZ2 bottino massimo per M. Torsellini (KR/Iame), nella KZ3 accorpata ancora super A. Zanotti, P. Sacco nella Entry Level ed ingresso in pista per la classe KZ Gentleman con la vittoria per F. Ammaturo in prefinale. Nella Rotax, gara 2 andata ancora a Scarpetta (Mini) ed a M. Del Vecchio in DD2. Per la Iame X30, vittorie a F. Albanese (X30 Junior) ed a D. Carenini (X30 Senior).
Finali 3, conclusive. Con la disputa delle ultime Finali, si chiarifica la classifica assoluta del Trofeo Senna 2017. Per le categorie Nazionali: finale conclusiva classe 60ccMIni con vittoria di M. Stenshorne (Parolin/Tm) al fotofinsh su Cimenes. Nella OKJ grandissimo alla fine dei 10 giri di gara, G. Minì. Nella KZ2, vittoria per G. Palomba (Intrepid/Tm). Nella KZ3, E. Tolfo. Fabio Reale è il vincitore della Entry Level e per la KZ Gentleman F. Ammaturo. Per le classi Rotax, la Mini va a Scarpetta che praticamente monopolizza la classe con le sue performances e per la Junior+DD2 vittoria a MF. Del Vecchio. Infine la Iame con il suo Challenge X30 che ha visto vincitore di gara 3 E. L. Villa nella Junior e di D. Rozenfeld nella Senior.
Alla luce delle prestazioni e dei punti conseguenti accumulati, è campione assoluto della 22esima edizione del Trofeo “Ayrton Senna”, il pilota M. Torsellini (KR/Iame – KZ2).

AUTO: Camp. It. Bicilindriche e Velocità in Circuito

Al Circuito Internazionale Napoli in Sarno le furiose bicilindriche tengono viva la classifica in attesa della gara finale. Spettacolari!

Primo evento auto presso la pista di Sarno con la penultima prova del Campionato Italiano “Le Bicilindriche”. Atmosfera straordinaria sia in pista che sugli spalti a conferma della spettacolarità  della serie. Con il side event della Velocità in Circuito.

Il primo evento auto del calendario corse al Circuito Internazionale Napoli in Sarno (Sa) ha avuto come protagonista il penultimo turno della Serie Nazionale dedicata alle vetture bicilindriche su scocche delle mitiche Fiat 500 e 126 di Gruppo 5 e 700cc di cilindrata. Dopo cinque eventi fra le piste e il percorso stradale di Fasano nuovamente su di un tracciato ovvero quello di Sarno, con ancora tre pretendenti al titolo finale 2017. Sono i piloti O. Criscuolo, G. Cuomo e C. Rumolo. Tutti campani e quindi seguitissimi dai propri fans accorsi a Sarno davvero numerosi.

L’evento è¨ iniziato con le prove ufficiali dove i 12 verificati sono stati divisi in due gruppi. Nella graduatoria assoluta ha marcato il miglior tempo Domenico Cuomo (Fiat 500 gr.5 – Furore Motorsport) che ha coperto i 1415 metri del lap auto a Sarno in 59.396. Al suo fianco per la griglia di gara 1 si posiziona il Campione Italiano in carica Onofrio Criscuolo (id – Scuderia Vesuvio) con 59.790. Seconda fila per C. Rumolo (id. -Tramonti Corse) e l’ex kartista che conosce bene l’ambiente di Sarno, Vincenzo Zupo (id – Scuderia Vesuvio).

Le prove in pista del Campionato “Le Bicilindriche” prevedono due gare. A Sarno, ognuna di 13 minuti più un giro.

Gara 1 con la griglia formata dal tempo delle prove ufficiali e prima fila quindi con la pole position per D. Cuomo affiancato da O. Criscuolo. Semaforo spento e partenza corretta per tutta lo schieramento allo start con il poleman D. Cuomo che mantiene la sua posizione con alle spalle Criscuolo e Rumolo. Cuomo inizia a viaggiare in solitario da leader e quindi primo ma si accende la bagarre dietro ai suoi scarichi. Balzo di Giancarlo Cuomo partito dalla terza fila. A seguire M. Pappalardo e spettacolari nel loro inizio gara Zupo e Barbagallo. Passano i minuti con Domenico Cuomo sempre leader ma lo show ora lo forniscono Criscuolo e Rumolo. A metà  gara dietro al leader: Giancarlo Cuomo, V. Zupo e un attentissimo V. Madonna. La vettura di Zupo intanto inizia a mandare segnali di fumo mentre Criscuolo, il campione italiano, arretra a seguito di una toccata in gara. Il leader D. Cuomo alterna per un attimo la sua posizione con Giancarlo Cuomo che ha il numero tre sulla fiancata. Ma ripresa la vetta, Domenico Cuomo,  concluderà  primo e vittorioso in gara 1 con il podio che sarà  composto da C. Rumolo e super Vincenzo Madonna, attentissimo per tutti i 13 minuti più un giro di gara. Al momento, D. Cuomo porta a casa la pole position, la vittoria in gara 1 ed il giro più veloce effettuato in 59.657 non lontano dal crono della pole. Gara 2 che da regolamento parte con le prime sei posizioni di gara 1 invertite. Quindi prima fila per F. Liberato (Fiat 500 Giannini 650 NP gr. 5) al palo ed al suo fianco Giancarlo Cuomo. A seguire gli altri, con Domenico Cuomo logicamente in terza fila e sesta piazzola. Parte a fionda C. Rumolo (Fiat 500 gr.5 – Tramonti corse) dalla terza piazzola sorprendendo Liberato che si attarda ed il primo giro, ancora una volta ordinato e corretto, si chiude con il citato Rumolo in testa con Criscuolo, D. Cuomo e Zupo al suo seguito. Giancarlo Cuomo si attarda girandosi anche in rettilineo ma senza conseguenze. Rumolo è sicuro in vetta e grande battaglia fra Criscuolo e Domenico Cuomo che fanno la gara sfidandosi a chi stacca per ultimo. Pubblico entusiasta e grande la professionalità  dei piloti protagonisti di questo show. A metà  gara al vertice sempre la numero 2 di Rumolo e attenzione a Zupo e Barbagallo in attesa degli eventi di podio. Iniziano i doppiaggi con qualche problema prontamente risolto dal leader e subito dopo si invertono le posizioni due e tre con D. Cuomo che sorpassa O. Criscuolo. Si congela la classifica e vince Carlo Rumolo con D. Cuomo ed il campione Criscuolo, applauditissimi, a concludere il podio.

Side event della penultima prova del Campionato Italiano “Le bicilindriche” con la velocità  in pista. Tre gruppi di vetture costituiti dalla Direzione di Gara che hanno lo stesso osservato le prove di qualifica e quattro turni di gare. I vincitori sono stati: G. Giorgio (Osella Pa21 Evo-Honda /Catapano Corse) nelle due gare di classe; S. Somma (Peugeot 106 16v N1600) e G. Eldino (id/ Scuderia Vesuvio). 

 

 

KARTING: 12° Coppa Concorrente 2017

Al rientro, è iniziata l’ultima parte di stagione corse presso il Circuito Internazionale Napoli.

La Coppa Concorrente per il Karting segna l’inizio dell’ultima parte di questa emozionante stagione corse 2017. Ottimo il numero di presenze in pista e gara valida per le serie Rotax nonchè per il Regionale Campania. 

Presso il Circuito Internazionale Napoli in Sarno (Sa) nuovamente in pista per il Karting con la dodicesima edizione della Coppa Concorrente la quale ha segnato anche l’inizio dello stint finale per la stagione corse 2017.

Ancora un dato di presenze in pista davvero positivo con ben 115 piloti alla fine verificati per l’evento, i quali sono stati divisi dalla Direzione di Gara in 10 categorie.

La Coppa Concorrente ha avuto valenza anche come tappa del Campionato Regionale Campania Karting 2017 nonché per le classi interessate,  come round finale della Supercoppa Nazionale Rotax e Challenge Italia (Centro/Sud). Di sabato si sono svolti i turni di prove libere mentre, attività  ufficiali nella domenica con le prove di qualifica (QP), le gare di PreFinale (PF) e quindi quelle di Finale.

Per le qualifiche (QP), per le sei classi prettamente AciSport Nazionali miglior tempo sul giro di 1547 metri di Sarno: M. De Palo (60ccMini) con 1.06.820; L. Esposito (KZ3) con 57.350; A. Mastrocinque (KZ4 Gentleman) con 59.119; F. Soria (Entry Level) con 1.14.897; G. Fusco (AciKart J) con 1.00.647 e F. Pagano (AciKart) con 59.930. Per la Rotax: M. Bernardi (Rotax Junior) con 1.02.065; F. Laghi (Rotax Max) con 1.00.195; A. Iannaccone (Dotax DD2+Over) con 59.323 e V. Scarpetta (Rotax 60Mini) con 1.06.186.

PreFinali (PF) prime gare dell’evento. Stesso schema con le classi AciSport che hanno visto trionfare: Team Giugliano con M. Scognamiglio (60Mini) primo dopo sette giri; è invece L. Esposito (KZ3) a confermarsi vittorioso nella prima gara. Stesso discorso con F. Soria (Entry Level) che inizia a monopolizzare la sua classe o categoria; brillante vittoria al fotofinish per A. Mastrocinque (KZ4 Gentleman); G. Fusco padrone nella AciKart Junior e conclude come da programma la AciKart che ha visto F. Pagano vincere. A seguire la Rotax con M. Bernardi (Rotax Junior), già  poleman che svetta alla fine dei 13 giri di gara guadagnando ancora una volta il primo posto nella griglia della gara conclusiva di finale. Vince la Prefinale anche M. Candela (Rotax Max), partito con il quarto tempo ed autore dellâdell’ennesima ottima prestazione. A. Iannaccone (Rotax DD2+Over) giunge primo alla prima gara della sua classe. V. Scarpetta (Mini Rotax) conferma la prestazione di partenza e conclude vincendo la gara.

Finali. Le posizioni in griglia rispecchiano i valori espressi dalle gare precedenti salvo le decisioni della Direzione di gara. Inizio con la carrellata per le categorie AciSport Nazionali: nella 60Mini, M. Bagnardi vince la gara e la sportivissima battaglia verso Scarpetta che per tutto il fine settimana aveva firmato l’evento. Al terzo gradino del podio G. Garozzo. Nella KZ3 corona con la vittoria una incredibile Coppa Concorrente, L. Esposito che sostanzialmente ha dominato ogni fase della Coppa. Nella Entry Level scenario simile con F. Soria su tutti; in KZ4 con un cospicuo vantaggio finisce primo S. Crispo pareggiando i conti di prefinale con un comunque positivissimo Mastrocinque. Nella AciKart Junior, un assolo. Vince ancora G. Fusco ed a conclusione, categoria AciKart con F. Pagano che vince ancora tenendo ben a bada gli inseguitori, nella fattispecie Gradito e C. Piccolo che vanno a concludere i gradini mancanti del podio. Riguardo invece alla Rotax: vince la finale della Coppa Concorrente E. Galvanin nella Rotax Junior in un arrivo in gruppo su Bernardi e Del Vecchio; G. Amati, nella Rotax MAX,  autore di una splendida gara che vince, pur avendo sostanzialmente nascosto il suo grosso potenziale nelle fasi precedenti dell’intera gara. A concludere il podio F. Laghi e M. Settimo che ben conosce la pista; nella Rotax DD2+Over grande battaglia con un terzetto a giocarsi la gara finale. Vince L. Pagliarani seguito da Munaretto e Palladino. Concludono i mini campioncini della Rotax Mini, gara che ha visto vittorioso G. Bertocco di due decimi sul dominatore Scarpetta.

KARTING: Campionato Italiano 2017 a Sarno (ITA/ENG)

Presso il Circuito Internazionale Napoli la serie dell’AciSport ha corso la seconda prova con gare spettacolari e paddock gremito.

La seconda delle cinque prove del Campionato Italiano Karting si è svolto presso il Circuito Internazionale Napoli a Sarno.

Tre incredibili giorni di gare per il Karting presso il Circuito Internazionale a Sarno che ha ospitato la seconda prova stagionale del Campionato Italiano di specialità promosso dall’AciSport.
270 piloti con relative Scuderie, accompagnatori e fan del motorismo sportivo, hanno gremito il paddock del Circuito Campano. Che ha osservato nel primo giorno le Prove di Qualifica, nel secondo di sabato, la lunga serie di gare denominate Manches che poi sono servite a scremare il grande numero di concorrenti per costituire le griglie di partenza delle gare di Finale svolte di domenica.
Le classi di gara per l’evento di Sarno sono state ben 6 più l’evento collaterale dedicato alla Entry Level.
Gara 1
Ha iniziato come da programma la KZ3. A Sarno i piloti della categoria sono stati divisi in KZ3 Junior, KZ3 Under e KZ3 Over. Per un totale di 81 piloti. Gli approdati alle finali hanno svolto tre gare che hanno inaugurato al meglio la fase conclusiva dell’AciSport Karting Weekend. 13 giri per ogni gara sui 1547 metri della pista di Sarno. Primi alla bandiera a scacchi sono stati: L. Bombardelli per la KZ3 Junior, L. Di Lorenzo per la KZ3 Under e R. Profico per la KZ3 Over. Si è continuato con la 60cc Mini dove i piloti in lotta per accedere alle finali sono stati 80. Vince la Gara 1 coronando un competitivo fine settimana R. Gulizia. Il programma è continuato 125cc AciSport e 125cc AciSport Junior, entrambe motorizzati dalla Iame. Per la prima citata classe, vittoria a E. Morricone e per la junior invece a A. Bardas. Grandissima la gara 1 per la classe OKJ con lo strepitoso locale G. Fusco a vincere e per concludere la classe regina del Karting ovvero la KZ2, velocissima e dotata di cambio con la vittoria di M. Zanchetta che consolida anche la sua posizione di leader della classifica di campionato.
Gara 2
La particolarità della finale o Gara 2 del Campionato Italiano è nella creazione della griglia di partenza. Composta per le prime quattro file dai primi otto arrivati di gara 1. L’ottavo occuperà la prima piazzola e così a scendere per le restanti sette. Tecnicamente schieramento a posizioni invertite per aumentare lo spettacolo. Stesso programma delle prime gare, quindi inizio per la KZ3 che ha visto vincere N. Bartolini nella junior; S. Ragno nella under e C. Tempesti nella over. Nella 60ccMini, il siciliano e figlio d’arte G. Minì si aggiudica gara 2. Gara 2 anche per 125cc AciSport e 125cc AciSport Junior motorizzate Iame rispettivamente con F. Pagano e con A. Bardas che fa praticamente en plein. Nella OKJ vittoria a FR. Pizzi. Gran finale con la KZ2 che osserva a conclusione dell’evento la Gara 2. Situazione già dalla griglia, esplosiva. F. Celenta, campione locale e campione in carica, in gara uno mette una pezza al suo sabato non proprio fortunato malgrado le performances. Terminando ottavo, parte in pole in gara 2 con Zanchetta invece dall’ottava piazza.

Sarno’s round of Campionato Italiano Karting. Great races and big numbers on track

The “Campionato” in Sarno with the doubles Finale races, signs the second stage of the interesting Italian Karting series made by National ASN.

An incredible Karting race weekend in Sarno (IT), home of the Circuito Internazionale Napoli where the second stage of Campionato Italiano Karting has made. For motorsport and Karting enthusiasts and for the 270 drivers as participants. On Friday, day one of the event, “Campionato” has showed the Qpractices. On second day on Saturday, the six classes on track has runned a very long stripes of races as QHeats, to definite the grids on Sunday for the doubles races as Finals. A straight of 24 races as Qualification Heats for all classes involved in the event. National classes has been KZ3, 125AciKart and 125AciKart Junior powered by Iame. International classes has been 60ccMini, OKJ and the fabulous KZ2. On 60ccMini, Gara 1 or race 1 to R. Gulizia (IPK/Tm/vega) and for Gara 2 or race 2 for G. Minì (Parolin/Tm/vega); on OKJ, race 1 to G. Fusco (TonyKart/Lke/vega) and for race 2, FR. Pizzi (Luxor/Lke/vega). For top class KZ2, first race to present standing leader M. Zanchetta (Maranello/Tm/vega) and great victory in race two for F. Celenta (Praga/Tm/vega)

 

Campionato Italiano Karting, Giorno 2 (ITA/ENG)

Al Circuito Internazionale Napoli giornata di gare per costituire le griglie di partenza per le Finali.

Seconda giornata il sabato per il Campionato Italiano Karting di AciSport in scena a Sarno presso il Circuito Internazionale Napoli. Si sono svolte le gare come Manches al fine di iniziare a comporre le griglie per le finali conclusive dell’evento.

Sabato, secondo giorno di gara per la tappa di Sarno del Campionato Italiano Karting di AciSport. Sei classi di veicoli e i tantissimi piloti verificati a svolgere come da programma, la lunga serie di Manches che hanno infiammato il Circuito.
Ben 24 gare in totale più le prove libere per l’evento di contorno dedicato ai piccoli campioni della classe Entry Level.
In un ipotetico leader board ovvero in un ipotetico tabellone con i nomi dei migliori in pista, abbiamo per la classe KZ2, la più prestazionale, grande lotta fra Celenta, Mollo e Zanchetta ed il restante dei 43 piloti della classe assolutamente competitivi a conferma della spettacolarità della intera categoria. Nella OKJ si segnalano Fusco e Bosco; nella 125 AKJ svettano il polacco Bardas con F. Sgobba; nella 125 AK E. Morricone su tutti; nella KZ3 che fa il debutto ufficiale per la serie a Sarno, Bombardelli (J), Zanotti (U) e Profico (O). A chiudere la 60cc Mini con la carica di ben 80 piloti ed in evidenza Spina, Gulizia e Minì tutti e tre dalla Sicilia.

Per la domenica, doppie gare finali per ogni classe impegnata nella prova del Campionato Italiano di Sarno. Sale l’attesa e lo spettacolo sui 1547 metri del Circuito Internazionale Napoli.

FULL RESULTS SU: http://www.youcrono.it/Pagina/1062/CikSarnoRisultati

Campionato Italiano Karting Sarno’s stage. Leaderboard before the Sunday’s Finals.

Day 2 for “Campionato” in Sarno with the races as QHeats.

Day two in Sarno where Campionato Italiano Karting has perform the intermediate day, before the Sunday’s double Finals
A straight of 24 races as Qualification Heats for all class involved in the event.
On the Leaderboard for KZ2 class, the powerful, big challenge between landlords Celenta and Mollo plus Zanchetta. On OKJ names are Fusco and Bosco; on 125 AKJ by Iame on top Polish Bardas with F. Sgobba; on 125 AK E. Morricone; on KZ3 Bombardelli (J), Zanotti (U) e Profico (O). Last but not least the 60cc Mini with a roster of 80 drivers, under the spotlight Spina, Gulizia e Minì.
On Sunday, Gara 1 and Gara 2 as finals for each of the six classes of the event. Gara 2 will starts with the grid composed “on-reverse”. The first eight drivers from Gara 1 will compose on reverse, the formation. In short..the first spot for the eighth of Gara 1 and so on.

 

Campionato Italiano Karting con il Sarno’ round (ITA/ENG)

Boom di piloti in pista al Circuito Internazionale Napoli per la serie italiana Karting dell’ACISport.

Successo di iscrizioni e presenze in Circuito per la seconda prova stagionale del Campionato Italiano Karting a Sarno. Di venerdì effettuate le prove di qualificazione e per il sabato lunga sequenza di gare come manches utili per approdare alle finali dell’evento, di domenica.

Con la tappa di Sarno del Campionato Italiano Karting di AciSport, giunge al termine la prima intensissima parte del calendario gare del Circuito Internazionale Napoli. Per questo evento, ben 270 piloti in pista divisi in 6 classi.
(Cfr comunicazione ufficiale Acisport)
E’ ancora un numero record di partecipazioni quello che sta continuando ad arricchire il Campionato Italiano ACI Karting di quest’anno. Per la seconda prova del Tricolore sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno sono presenti ben 270 piloti, che rappresentano il nuovo record assoluto di questa prima parte del Tricolore, grazie anche all’inserimento della categoria con il cambio della KZ3 al posto della KZ4 della prima prova di Lonato, dove era stato toccato il già ragguardevole traguardo di 258 piloti.
A Sarno, agli oltre 80 piloti per il primo appuntamento della KZ3, suddivisi fra Junior, Under e Over, sono ben rappresentate anche le categorie base del Campionato Italiano con ulteriori 190 piloti in gara con la KZ2, 60 Mini, OK-Junior e le due categorie monomarca con motore Iame ACI Kart e ACI Kart Junior. Numeri davvero importanti che con le due prime prove della stagione confermano l’ottimo avvio del Campionato Italiano 2017.
Nel dettaglio dei piloti presenti a Sarno, sono 43 in KZ2, 80 nella Mini, 10 nella OK-Junior, 34 nella ACI Kart, 21 nella ACI Kart Junior, 22 nella KZ3 Junior, 38 nella KZ3 Under, 21 nella KZ3 Over.
Intanto la prima giornata del weekend, venerdì 26 maggio, prevede l’effettuazione delle prove di qualificazione e una prima serie di manches. Sabato 27 maggio ulteriori manches, domenica 28 maggio gare di repechages e doppie finali per ogni categoria. Nell’evento si disputerà anche una gara di contorno riservata ai giovanissimi della Entry Level.

Italian National Series “Campionato Italiano Karting” in Sarno for the second stage

Big numbers again for “Campionato” in Sarno where touchs the second seasonal round.
The “Campionato” Italian National Karting series arrives in Sarno and marks a new record of participants with 270 helmets on track, divided in six classes from the top KZ2 with gearbox till the amazing show of the 60cc Mini’s . A great result for the Italian ASN and another excellent job for the well noted Sarno’s track still able to reach the interest of the teams, drivers and not only Karting enthusiasts. For Friday, Free Practices and Qualification Practices. On Saturday, the long stripe of races as Qualification Heats to create the grids for the Sunday. Day when the races of the Finale phases will be held.
Another excellent result for the “Campionato” after the great opening in Lonato home of the first round. Italian National Karting Series is compose of five stage: Lonato, Sarno, Circuito del Sele, Adria and Siena.

KARTING: XII Coppa del Vesuvio

Spettacolare gara in attesa del round della massima serie Karting Italiana dell’ACISport.

Pista nuovamente gremita ed attesa massima, sono stati gli ingredienti della XII Coppa del Vesuvio per il Karting che ha funto da apripista in vista del prossimo evento internazionale del Campionato Italiano Karting di scena al Circuito Internazionale Napoli l’ultimo fine settimana di questo maggio.

Dodicesima edizione della Coppa del Vesuvio per il Karting al Circuito Internazionale Napoli. I numeri: 136 piloti in pista, 8 categorie formate ed uno straordinario 55.521 nuovo record della pista effettuato dal salernitano F. Celenta (Praga/Tm/Vega) alfiere ufficiale della LG Praga Italia. Il giro misura 1547,70 metri. Prestazione riferita alle specifiche KZ2 dotate quindi di cambio.
Ottimo viatico sia come prestazione che per riscaldare l’ambiente e l’attesa in vista del round del Campionato Italiano Karting atteso in Sarno per il prossimo, lungo, fine settimana.
La Coppa del Vesuvio è stata gestita con il consueto format di gara che ha visto in un’unica giornata lo svolgimento delle prove di qualifica, delle prefinali e delle finali.
In qualifica, miglior tempo per L. Di Maio (Topkart/Lke) con 1.15.048 per la Entry Level; G. Minì (Parolin/Tm) con 1.05.810 per la 60ccMini; G. Fusco (FormulaK/Iame) con 1.00.292 per la ACIKart Junior + OKJ; F. Pagano (Luxor/Iame) con 59.447 per la 125 ACIKart; a seguire il citato F. Celenta (Praga/Tm/Vega) con 55.521 per la KZ2; R. Nalon (FormulaK/Tm) con 56.901 per la classe accorpata KZ3 J+U; M. Covino (Intrepid/Tm) con 57.236 nella KZ3 Over ed infine M. Moretti (TonyKart/Tm) con 57.360 per la 125 Gentleman.
Il risultato delle prove di qualifica ha formato le griglie di partenza per le gare di PreFinale che hanno visto svettare sempre per le 8 già citate classi o categorie di gara: E. Taglienti nella Entry Level, U. Ugochukwu nella 60ccMini, M. Brasili nella ACIKart Junior + OKJ, si conferma F. Pagano nella 125 ACIKart, discorso identico per F. Celenta nella KZ2 e per R. Nalon in KZ3 J+U, R. Profico nelle KZ3 Over ed infine super M. Moretti in 125 Gentleman.
Con un cielo velato, a tratti incerto che comunque ha mantenuto la temperatura dell’asfalto attorno ai 30 gradi, si è arrivato alle Finali dove per conseguenza, le griglie sono state formate dall’esito delle gare di PreFinale. Ha iniziato la 125 ACIKART J+OKJ, classe accorpata quindi. Vince G. Fusco al fotofinish su PF. Scobba dopo 14 giri di gara; fa il vuoto dietro di sè a completamento di una straordinaria Coppa del Vesuvio, condita anche dall’annientamento del record della pista, F. Celenta nella finale di KZ2; si è proseguito con la classe Entry Level che ha visto vincere P. Tizzano (Italcorse/Lke); 125 Gentleman con M. Moretti che si aggiudica la gara e fa hat-trick alla grandissima; discorso ancora una volta identico anche nella 152 ACIKART con la vittoria di F. Pagano; grandissimo spettacolo nella KZ3 Over dove i primi tre a podio hanno tenuto col fiato sospeso gli spettatori per tutta la gara. Ha vinto R. Profico con alle sue spalle C. Tempesti ed un grandioso M. Covino terzo a chiudere il podio. Per la 60cc Mini di nuovo lo scontro fra mini campioni con i primi due in un secondo. Vince U. Ugochukwu. A concludere la dodicesima Coppa del Vesuvio la KZ3 J+U con Cesari e Tuia a duellare mantenendo alla fine le posizioni alla bandiera a scacchi. Che gara e Zanotti terzo a completare il podio.

KARTING: Cik FIA EUROPEAN CHAMPIONSHIP

A Sarno è iniziata la stagione europea CIK FIA per il Karting
Al Circuito si è svolto il Sarno’s round della serie continentale promossa dalla Cik FIA.

Al Circuito Internazionale Napoli round di apertura del Campionato Europeo Cik FIA. Fine settimana in condizioni ideali per lo sport e lo spettacolo dei motori della specialità Karting. Ancora battuti i record della pista e ancora una grande prova organizzativa per il Circuito campano con il Vesuvio sullo sfondo.

I due massimi eventi mondiali del Karting in quindici giorni, una straordinaria vetrina motoristica internazionale. Questo è stato l’aprile per il Circuito Internazionale Napoli che è stato in questo fine settimana la sede anche del primo turno del Campionato Europeo della CIK FIA per le classi OKJ, OK e KZ. La competizione continentale ha portato in pista ben 165 piloti provenienti da ben 28 nazioni attorno al globo, arrivati a Sarno. Le classi di gara come già menzionate, sono state 3 compresa la KZ che rappresenta l’elite, il massimo in termini di prestazioni per il Karting.
Già in sede di prove di qualifica, aggiornati i record del nuovo tracciato della pista con i piloti autori che hanno occupato anche la prima piazzola in griglia per le gare intermedie chiamate manches. Arrivati alla fase conclusiva della domenica, ecco il riassunto delle 3 Finali dell’evento. Con 34 piazzole disponibili in griglia per le classi OK e OKJ, mentre per la KZ sono state 25.
Prima Finale per la classe 125 OKJ. E prima fila formata dal brasiliano G. Bortoleto su kart CRG motorizzato Parilla. Al suo fianco l’inglese J. Edgar. Gara su diciassette giri sui quasi 1548 metri del Circuito di Sarno. Diciassette giri di tensione sportiva che assolutamente non sono stati scontati nel risultato finale. Vince l’inglese J. Edgar (Exprit/Tm/Vega). A concludere il podio il poleman G. Bartoleto e lo straordinario tedesco O. Muth. Primo degli italiani L. Coluccio settimo ed il recordman della categoria per il giro sul Circuito, l’olandese K. Haverkort costretto al ritiro.
A seguire è stata la classe 125 OK. Sulla prima piazzola in griglia, il francese T. Pourchaire (Kosmic/Vortex/LeCont). Al suo fianco l’inglese C. Novalak. 20 giri di finale. Partenza lanciata con i primi che mantengono le posizioni ma è fenomenale l’italiano Camponeschi (Crg/Parilla/LeCont) che balza in pochi giri di ben sette posizioni a ridosso dei primi. Primo sempre Pourchaire ma è lotta alle sue spalle fra Novalak ed il campione polacco Basz fresco di ingaggio nelle auto Gt in Lamborghini. Si giunge a metà gara ancora con le posizioni congelate. Ma la gara rende l’idea dello sforzo in termini di prestazioni che i piloti stanno offrendo. Ed infatti, a pochi giri dalla fine, si riducono i distacchi. Almeno per i primi tre. Con il secondo Novalak che è incollato allo scarico del francese, primo, Pourchaire. Tutto confermato alla bandiera a scacchi. Vince T. Pourchaire che segna anche il record della pista per la sua categoria con Novalak secondo e lo spagnolo D. Vidales terzo, questi su veicoli TonyKart motorizzati Vortex.
Finale conclusiva, clou dell’evento per la classe KZ, dotata di cambio, super prestazionale. Il round di Sarno segna il clamoroso abbandono per problemi fisici del Campione in carica Marco Ardigò. Ancora, dopo le prestazioni dello scorso evento, prima posizione in griglia per il finlandese S. Puhakka (Kosmic/Vortex/Bridgestone) che aggiorna anche il record sul giro del Circuito, affiancato dal francese A. Abbasse su veicolo Sodì. In terza posizione e seconda fila, l’italiano Campione del mondo in carica P. De Conto della CRG. Abbasse con un’ottima partenza sorprende tutti e si piazza primo. Durerà pochi giri perché un contatto lo arretra facendo passare al comando prima l’olandese J. Pex e successivamente l’Italiano P. De Conto (Crg/Tm/Bridgestone). Puhakka, fuori. A metà gara, dei 20 giri, De Conto è il leader sul ceco P. Hajek (Kosmic/Vortex) e su A. Abbasse. Gara straordinaria per intensità. Grande rimonta intanto per l’olandese e beniamino del pubblico di Sarno B. Lammers ora a podio in terza posizione. Ultimi giri con il trionfo di Paolo de Conto e podio consolidato con Hajek e Lammers.

KARTING: Spettacolare WSK Super Master Series a Sarno

Al Circuito per l’ultima prova della serie mentre è già tutto pronto per l’Europeo Cik FIA.

A Sarno, presso il Circuito Internazionale Napoli si è svolta l’ultima prova del WSK Super Master Series. Pienone in pista per uno dei campionati per il Karting più importanti e competitivi a livello mondiale attratti soprattutto dalla struttura campana. Nel paddock coloratissimo, per questa tornata anche Mick Doohan ex campione motociclistico, Ralf Schumacher e Jarno Trulli.

251 piloti divisi in quattro classi di gara. Ben 38 gare durante il fine settimana con le conclusive di domenica. Paddock ben frequentati per i fans dei motori e tribune strapiene. Questi sono stati i numeri dell’ultimo round del WSK Super Master Series a Sarno, presso il Circuito Internazionale Napoli.
Eccellente spettacolo e colpo d’occhio iniziato nella pista con le qualifiche del venerdì che hanno visto segnare il miglior tempo ai piloti motorizzati dalla Vortex in tre delle quattro classi fra cui la più prestazionale KZ che si esalta al Circuito. La giornata intermedia del sabato ha visto in programma ben ventisei gare in totale dove si sono confermati i valori prestazionali di stagione e delle prove. Di domenica, fase conclusiva. Dei 251 piloti, hanno avuto accesso in griglia per le gare conclusive, 34 piloti per classe.
Quindi, come da programma, ha iniziato la finale classe OK. Classe con motorizzazione 125cc, senza cambio, a presa diretta, aperta a piloti dai 15 anni a salire. In pole position l’inglese C. Novalak (TonyKart/Vortex) affiancato dal compagno di scuderia, lo spagnolo P. Hiltbrand. 17 giri di gara infuocati sul chilometro e mezzo del percorso di Sarno che hanno invece visto la vittoria del polacco e campionissimo K. Basz (Kosmic/Vortex) che ha preceduto Hiltbrandt e l’italianissimo L. Travisanutto (Zanardi/Parilla). Quarto il poleman Novalak. A seguire, la classe OKJ. Sempre 125cc di cilindrata, sempre a presa diretta ma peso inferiore rispetto alla OK come da regolamento. Prima fila formata dalla coppia di piloti britannici Lulham (TonyKart/Vortex) e O’Sullivan (FAKart/Vortex) con l’italiano M. Michelotto alle loro spalle. Partenza concitata ma corretta. E’ il prologo dei brividi che si vivranno in gara. Brividi sportivi. Ed infatti Lulham viene coinvolto dopo poco in un incidente di gara che lo mette fuori dai giochi, anche l’altro inglese O’Sullivan si tira fuori dalla gara. E’ Michelotto che attentissimo, prende la testa del gruppo, la difende con intelligenza e conclude vittorioso con alle sue spalle per il podio Maloney e l’altro italiano L. Coluccio. Tutti spinti dal motore Vortex con telaio del gruppo TonyKart. Terza finale, la più attesa è quella della KZ, la classe più prestazionale del Karting dotata di motore con cambio a sei rapporti. Il finlandese S. Puhakka (Kosmic/Vortex/Bridgestone) è in prima postazione di griglia ed arriva in finale anche con il record assoluto della pista di Sarno. Semaforo verde ed ai primi giri scambi al vertice fra il finlandese e il francese J. Iglesias (FormulaK/Tm/Bridgestone). Colpo di scena ed è fuori Puhakka con Iglesias in vetta, il ceco P. Hajek e l’olandese B. Lammers (Sodì/Tm/Bridgestone) a formare il terzetto di testa. Da dietro, per il podio spingono al massimo l’altro transalpino A. Abbasse (Sodì/Tm/Bridgestone). Per i piloti locali: purtroppo fuori Francesco Celenta. Attardatissimo in griglia ma grandioso scalatore F. Tiene e gara di tamponamento ma dignitosa per C. Mollo. Si ritorna in vetta con il ceco Hajek che mantiene la posizione ma è ora a seguirlo Abbasse insieme al granitico Lammers. Si congela la classifica e grande vittoria per P. Hajek. A concludere il programma, la 60cc Mini. Gara su 8 giri e super vittoria per il brasiliano R. Camara (BirelArt/Tm) al fotofinsh sull’italiano F. Pulito ed a concludere il podio il siciliano G. Minì.
Prossimo appuntamento corse al Circuito Internazionale Napoli con il primo round del Campionato Europeo della Cik FIA dal 19 al 23 aprile prossimo.

“Thunder April” with WSK Super Master Series

Over 250 drivers on track at Circuito Internazionale Napoli for the last round of WSK Super Master.
For the Karting, amazing motorsport show in Sarno from the track with the races to the crowded and colorful Paddock that signs the presence also of Mick Doohan, Ralf Schumacher and Jarno Trulli.

Welcome back from Circuito Internazionale Napoli, aka Sarno’s track, home of the last round of WSK Super Master Series. This is the first of two great event that compose the Thunder April on the track at the foot of Vesuvius. 251 drivers as participants in four class. For the Qualifying Practice (QP), best time for Italian G. Minì from 60ccMini class on kart Parolin powered by Tm; on OKJ class, pole position English driver Z. O’ Sullivan on FA Kart moved by Vortex engine; on OK class, best lap for Polish champion K. Basz on Kosmic/Vortex. Last, the KZ2 class, the powerful with gearbox. Pole position for Finnish driver S. Puhakka (Kosmic/Vortex/Bridgestone) that set also, the overall Circuito’s “record” on the lap, with 56.350.
On intermediate Day of the event, a long straight of races as Qualifying Heats (QH) looking at the grids composition for Sunday’s Finals Races. The spots on the grid for the Finals will be 34 for each class. Values on the track substantially as forecast waiting the finale phase of the event with the overall standing ready to sign the winners of WSK 2017 season.