Karting: WSK Euro Series 2019 (ITA/ENG)

Al Circuito Internazionale Napoli secondo atto delle serie Karting WSK. Questa volta si è trattatto di una gara inaugurale. AL via l’Euro Series 2019.

Due eventi di fila. Appena dopo una settimana ancora il Karting WSK al Circuito Internazionale Napoli, dove la Euro Series torna in attività. La scorsa edizione si è svolta nel 2013.
205 piloti in pista, 45 Nazioni rappresentate e quattro classi di veicoli Karts.

L’evento è iniziato il venerdì con il programma che ha segnato le prove ufficiali. Miglior giro sull’asfalto di Sarno per il pilota della Giamaica, A. Powell (Energy / Tm / vega) nella classe 60ccMini con 1.06.521 sui 1548 metri della lunghezza del giro del Circuito. Al top per la classe OKJ 125cc, il russo N. Bedrin (TonyKart / Vortex / vega) con 59.143. Per la classe 125cc OK, il britannico D. Patterson (KR / Iame / Bridgestone) con 56.917. Ed alla fine la classe KZ2, più veloce con cambio. Miglior giro per il pilota italiano L. Camplese (TonyKart / Vortex / Bridgestone) con 56.286.
Prima delle finali della domenica e lungo il fine settimana, ben 36 gare come Manches per tutte e quattro le classi che hanno gareggiato per l’evento.

Domenica, giornata conclusiva, ha iniziato come da programma la Finale per la 60ccMini. In griglia, prima fila formata dal belga D. Dedecker (Parolin / Tm / vega) in pole e il compagno di squadra britannico W. McIntyre. 8 giri di gara e vittoria per la McIntyre del team Driver Racing Kart. Sul podio, A. Powell e l’italiano A. Filaferro su veicolo e materiali TonyKart.

Seconda finale per la classe 125 OKJ. Il russo N. Bedrin conferma durante tutto il fine settimana la sua forza e inizia la gara dalla prima piazzola. Finale in 13 giri. Bedrin conduce in vetta l’intera corsa. Dalla luce verde alla bandiera a scacchi, segnando un poi prezioso distacco dal secondo, l’olandese T. Ten Brinke e dal terzo, pilota dagli emirati J. Day. Un altro grande podio con materiali da competizione OTK-Tony.

È il turno della 125cc OK. Gara finale in 17 giri. Durante le attività del fine settimana, record sul giro di Sarnoper la classe battuto. La firma è dello scozzese D. Patterson (KR / Iame / Bridgestone) con 56.917, aggiornando quello del 2017 fatto dal francese T. Pourchaire con 56.942. Tornando alla finale, in griglia primo posto per lo svedese D. Beganovich (TonyKart / Vortex / Bridgestone). Un assolo per lui fino alla fine. Ottimo risultato anche per l’italiano L. Coluccio (BirelArt / Tm / Bridgestone) secondo e per il finlandese N. Pirttilahti.

Infine, lo spettacolo dei motori con la classe regina KZ2 con la sua finale. La griglia firma l’apice della specialità del motorsport per il Karting. Qui per i 17 giri della gara parte in testa l’italiano R. Longhi (BirelArt / Tm / Bridgestone). Luci di partenza spente e grande partenza per il finlandese S. Puhakka (Tony / Vortex / B’stone) dalla seconda fila che agguanta il vertice della corsa con Abbasse e Lammers su SodiKart ad inseguire anche se Ardigò (TonyKart / Vortex) è molto vicino ai loro paraurti. Una tenaglia della TonyKart. Celenta (Praga) beniamino di casa, scala ben 5 posizioni. Alla fine, Phuhakka sul suo TonyKart vince davanti a Lammers e Abbasse e Celenta chiude sesto. /***

WSK Euro Series 2019 begins in Sarno

Two races in a row. Just after a week again WSK Karting at Circuito Internazionale Napoli where the Euro Series back in business. Last edition was held in 2013.

205 helmets on track and the usual for a Sarno’s race four classes of vehicles Karts.
Racing event started on Friday with the schedule occupied with the official practice. Best lap on the Sarno’s surfaces for driver from Jamaica, A. Powell (Energy/Tm/vega) on 60ccMini class with 1.06.521 on the 1548 mt of Circuito’s lap length. On top for 125cc OKJ class, Russian N. Bedrin (TonyKart/Vortex/vega) with 59.143. For the 125cc OK class, British D. Patterson (KR/Iame/Bridgestone) with 56.917. At the end the KZ2 class, the faster with gearbox. Best lap for Italian driver L. Camplese (TonyKart/Vortex/Bridgestone) with 56.286.
Before the Sunday’s finals and through the weekend, 36 races, amount for all four classes involved in the event.
On Sunday new names on the leaderboard after the long series of Qualification Heats. Start as schedule with the 60ccMini. On the grid, first row with Belgian D. Dedecker (Parolin/Tm/vega) on pole and teammate British W. McIntyre. 8 laps of race and victory for the McIntyre operated by Team Driver Racing Kart. On podium, A. Powell and Italian A. Filaferro on TonyKart vehicle.
Second finals, for the 125 OKJ class. Russian N. Bedrin confirm along the weekend his strength and start from the first spot. Here the race in 13 laps. Bedrin lead the entire race. Since the green light to the chequered flag and mark a valuable gap from the second, excellent as well on podium, Dutch T. Ten Brinke and from the third, driver from Emirates J. Day. A great podium branded OTK-Tony racing materials.
It is the 125 OK’s turn for the final race. 17 laps. First of all, Sarno’s lap record broken for the class. The master is D. Patterson (KR/Iame/Bridgestone) with 56.917, smashed the one from 2017 by French T. Pourchaire with 56.942. Anyway, for the current final, first spot for Swedish D. Beganovich (TonyKart/Vortex/Bridgestone). A solo for him till the end. Great result also for Italian L. Coluccio (BirelArt/Tm/Bridgestone) second and for Finn N. Pirttilahti.
The KZ2 show on final. The grid sign the pinnacle of Karting motorsport speciality. Here for the 17 laps of finale race on top, Italian R. Longhi (BirelArt/Tm/Bridgestone). Great start for S. Puhakka (Tony/Vortex/B’stone) from second row who grab the top of the race with Abbasse and Lammers on SodiKart to chase the leader even if Ardigò (TonyKart/Vortex) is really close on their bumpers. Celenta (Praga) climb 5 position. At the end, Phuhakka on his TonyKart win ahead Lammers and Abbasse.

 

KARTING: WSK SMS 2019 FINALE (ITA ENG)

Al Circuito Internazionale Napoli il primo dei due appuntamenti consecutivi promossi dalla WSK per il Karting internazionale. Si conclude la Super Master Series con le classifiche ed i vincitori stagionali.

Ma intanto è già tutto pronto per il primo round del WSK Euro Series del prossimo imminente fine settimana.

SI è chiusa a Sarno presso il Circuito Internazionale Napoli il quarto ed ultimo round stagionale della WSK Super Master Series. Sotto il Vesuvio ben 274 piloti da 42 diverse nazioni. La classe principe del Karting, la KZ2 dotata di cambio ritorna alla grande in pista segnando solo due apparizioni nel calendario della Serie. Appunto, la seconda in Sarno. Inoltre, altri tre categorie in gara ovvero la 60ccMini, la 125cc OKJ e la 125cc OK tutte a presa diretta.

La gara, ovvero le attività ufficiali sono iniziate già dal venerdì con le prove di qualifica. Il leader board ovvero la lavagna dei protagonisti, ha segnato: per la 60ccMini il britannico W. Macintyre (Parolin/Tm/vega) con 1.07.178. Per la 125cc OKJ, primo tempo per il finlandese T. Taponen (Kosmic/Iame/vega) con 59.358 e per la 125cc OK, il giro migliore è stato fatto da D. Patterson (KR/Iame/Bridgestone) con 57.303. Nella 125cc KZ2, pole position per l’Italiano L. Camplese (TonyKart/Vortex/Bridgestone) con 56.402.

Con 274 piloti in pista, grosso e spettacolare lavoro di scrematura per comporre le griglie di partenza delle finali. Molte le gare fra il sabato e la domenica mattina. 17 gare per la 60ccMini, 12 garer in OKJ, 8 in OK ed infine nuovamente 8 gare per la KZ2. 45 gare in totale più le prefinali per comporre lo schieramento di partenza conclusivo. Che gare sotto il Vesuvio!

Domenica pomeriggio, prima finale per la 60ccMini. Il pilota di Abu Dhabi R. Al Dhaheri (Parolin/Tm/vega) marca l’ennesima vittoria nella sua classe dopo 8 giri di gara. A podio anche il polacco M. Gladysz (id) e l’italiano I. Filaferro (TonyKart/Vortex/vega). Per la 125cc OKJ dopo 13 giri di gara, podio compost dal terzo W. Siverholm, dal secondo L. Van Hoepen e dal vincitore dalla Russia A. Severiukhin. Podio interamente composto da telai della TonyKart motorizzati dalla Vortex. Per la classe 125cc OK, ultima a presa diretta, dopo 17 giri si aggiudica la gara l’inglese D. Patterson su KR kart al photofinish su (0.040 secondi di gap) sul connazionale T. Barnard e sul brasiliano G. Bortoleto (CRG/Iame/B’stone). Infine la 125 KZ2 dotata di cambio e classe regina o principe della specialità motoristica del Karting. Prima fila in griglia formata dall’italiano M. Ardigò (TonyKart/Vortex/B’stone) con al fianco l’olandese B. Lammers (SodyKart/Tm/B’stone). Ed entrambi, conosciutissimi nell’intero panorama del motorsport, a rappresentare la velocità e le prestazioni a Sarno. 17 infuocati giri ed alla bandiera a scacchi cambio di posizione finale con l’olandese che vince, Ardigò secondo e l’altro Italiano M. Viganò (TonyKart/Vortex/B’stone) a chiudere il podio.

Si aggiudicano la serie WSK SMS stagione 2019: 60ccMini per il pilota di Abu Dhabi R. Al Dhaheri (Parolin/Tm/vega); per la 125cc OKJ l’italiano A. Antonelli (KR/Iame/vega); per la 125cc OK il britannico D. Patterson (id) e l’olandese B. Lammers (SodyKart/Tm/B’stone) in KZ2.

///

WSK Super Master Series 2019 to field 274 drivers for in Sarno for title compaignThe WSK SMS in Sarno to close its own season 2019. Like Lonato round, in the show also the hyper KZ2 class that will be again on track next racing-weekend for the WSK, this time Euro Series.

As title, 274 drivers as participants and four classes involved in the race. From 60ccMini to 125cc OKJ and OK, for the direct drive kart. In addition,the KZ2, the master class of Karting, with the gearbox.

The racing event, begun on last Friday with the first names on the leaderboard of the four classes. For the 60ccMini set the best lap on the Q.practices British W. Macintyre (Parolin/Tm/vega) with 1.07.178. For the 125cc OKJ, first spot for Finnish T. Taponen (Kosmic/Iame/vega) with 59.358 and for the 125cc OK, the lap has been for D. Patterson (KR/Iame/Bridgestone) with 57.303. In 125cc KZ2, pole position to Italian L. Camplese (TonyKart/Vortex/Bridgestone) with 56.402.

Due a large number of drivers involved in the event, several race through Saturday and Sunday morning, before the finals. 17 races able to produce the finale grid on 60ccMini, 12 races in OKJ, 8 in OK and last but not least again 8 in KZ2. 45 races in total as Eliminatory Heats plus the pre-finals. What a show under the volcano!

On Sunday, first finale scheduled for 60cc Mini. In the series finale held at the unique Sarno track, Abu Dhabi driver R. Al Dhaheri (Parolin/Tm/vega) scored a great victory on his class 60ccMini after 8 laps race. On podium also Polish M. Gladysz (id) and Italian I. Filaferro (TonyKart/Vortex/vega).

For the 125cc OKJ class, after 13 lap, the podium was composed from third W. Siverholm, to second L. Van Hoepen and the winner, Russian driver A. Severiukhin. All podium powered with material TonyKart and Vortex as engine. For the 125cc OK class, the last of direct drive “pack” after 17 laps marks a great victory D. Patterson on KR kart ahead of only 0.040 seconds of his teammate T. Barnard and Brazilian G. Bortoleto (CRG/Iame/B’stone). In KZ2 class, first spot on grid for Italian M. Ardigò (TonyKart/Vortex/B’stone) and on his side B. Lammers (SodyKart/Tm/B’stone). A row who represent the pinnacle of the KZ2 performances in Sarno. 17 laps of thunder and at chequered flag the result is Lammers first and Ardigò second with M. Viganò (TonyKart/Vortex/B’stone) to closed the podium.

With these results on track, the WSK Super Master Series 2019 Champions are: 60ccMini from Abu Dhabi R. Al Dhaheri (Parolin/Tm/vega); for 125cc OKJ Italian A. Antonelli (KR/Iame/vega); for the 125cc OK British D. Patterson (id) and Dutch B. Lammers (SodyKart/Tm/B’stone) for KZ2.

pic courtesy and © Press.net Images

Karting: XXII Trofeo del Grifone 2019

La pista del Circuito Internazionale Napoli in Sarno ha ufficialmente inaugurato la stagione corse 2019 con la gara Karting, Trofeo del Grifone giunta alla 22esima edizione.
Data strategica quella scelta dagli organizzatori per la prima stagionale. Il Trofeo è servito da un lato per permettere la messa a punto dei mezzi e del materiale in vista del doppio appuntamento di fine mese con il WSK, serie privata fra le più importanti a livello mondiale per la specialità ed inoltre, il Trofeo stesso, ha dato la possibilità a numerosi piloti di gareggiare fianco a fianco con colleghi di pista con esperienza internazionale.
Per la domenica di gara, ben 83 verificati e sette classi definite della Direzione di gara.
Format di gara con i turni di prove libere e cronometrate utili per creare la griglia di partenza delle sette gare denominate gara1 o prefinale. Infine le gare di Finale.
I riferimenti cronometrici delle prove ufficiali hanno segnato la pole position per: R. Al Dhaheri (Parolin/Tm – 60ccMini) con 1.06.201; A. Severiukhin (TonyKart/Vortex – OKJ) con 58.739; D. Beganovic (id – OK) con 57.303; E. Denner (SodiKart/Tm – KZ2) con 55.939. A seguire le classi composte con F. Bifulco (Crg/Tm – KZN under) con 57.03 e V. Madonna (id – over) e V. Cantelmi (Iame X30 S) con il suo 1.00.500. Infine gli straordinari della Entry Level con A. D. Sutu (Parolin/Lke) con 1.15.577.
Le prime gare di Prefinale si sono tenute con le condizioni di asfalto e temperatura dell’ambiente davvero ottimali. Utili in chiave di raccolta dati e logicamente di spettacolo agonistico. 60ccMini, gara sui 7 giri ha visto vincitore il britannico C. Irfan pilota targato BabyRace, con il compagno di scuderia A. Hideg a segnare il giro più veloce in gara. Nella 125cc OKJ, lo svedese W. Siverholm (TonyKart/Vortex) passa primo al traguardo mentre nella classe 125cc OK, vittoria per il danese S. Ogaard (id). Nella super veloce e dotata di cambio KZ2, bandiera a scacchi per il vincitore E. Denner, autore anche della pole position. Nella 125cc KZN, vittoria per F. Bifulco. Nella accorpata Iame e Rotax vittoria a F. Felici (X30 Senior) e nella Entry Level, super assolutamente tutti ma taglia per primo il traguardo T. Cristoforo (Energy/Lke).
Le gare di Finale nel primo pomeriggio. Griglia o schieramento di partenza composto dai risultati delle gare precedenti. Al via, inizia come da programma la 60ccMini che vedrà il podio conclusivo formato da M. Saeter, terzo, C. Irafan, secondo e dal vincitore R. Al Dhaheri dagli Emirati Arabi, mattatore autentico di classe. La 125cc OKJ è andata al russo A. Severiukhin già autore del miglior crono nel turno delle prove ufficiali. La classe 125cc OK è stata vinta anch’essa da un pilota russo ovvero K. Smal (TonyKart/Vortex) della Ward racing. La classe regina 125 KZ2 sugli impegnativi 14 giri del tracciato di Sarno invece ha parlato francese con il trionfo di E. Denner della CPB Sport della SodiKart. La classe KZN dedicata ai piloti non professionisti è stata caratterizzata dalla vittoria di F. Bifulco e dal tripudio dei numerosi suoi tifosi nel paddock e sulle tribune del Circuito Internazionale Napoli. Poi, la classe composta o accorpata che ha visto la scontata ma sudatissima vittoria di F. Felici ed a concludere la Entry Level con T. Cristoforo che si aggiudica il suo personale Trofeo Grifone edizione 2019.