Automobilismo: X Trofeo Vesuvio e XXXI F. Challenge

Il Circuito Internazionale Napoli in Sarno (Sa) ha ospitato la decima edizione del Trofeo Vesuvio, contenitore sportivo dedicato alle auto con tre gare di cui la F. Challenge tappa del Campionato Italiano di specialità.

Decima edizione del Trofeo Vesuvio a Sarno presso il Circuito Internazionale Napoli. Le gare del Trofeo sono state tre ovvero: la Formula Challenge, tappa del Campionato Italiano Acisport di specialità (XXXI Napoli Challenge Sarno) con 7 raggruppamenti; la gara per le Bicilindriche pista e la Velocità in Circuito con 2 raggruppamenti. Cambia la configurazione del tracciato ha misurato 1460 metri per giro per Le Bicilindriche e la Velocità, mentre per la Formula Challenge si è mantenuto il mitico 1548 metri.In totale, verificati 50 piloti e conseguenti autovetture fra Formula e Prototipi, Bicilindriche ed infine vetture Turismo.

Formula Challenge: format costituito dalle prove libere del sabato più le prove ufficiali e tre manches svolte di domenica. Le gare di manche, di cinque giri ognuna. Creati dalla direzione di gara 7 raggruppamenti. 3 per le turismo; 2 per le vetture Sport ed altri due, misti, per vetture formula e prototipi. La gara di Sarno ha rappresentato il terzo appuntamento su sei del Campionato Italiano di AciSport. Si aspettava in previsione ed in ottica Campionato una sfida nella sfida dell’appunto Challenge, fra il Campione Italiano P. Giordano (Radical Sr/ Suzuki 1.6) e G. Maroni (Osella Pa21/Suzuki 1.6). Attese assolutamente non deluse con spettacolo in pista attraverso i 5 giri per ognuna delle tre manches. Maroni, vince due delle tre gare dando foirfait all’ultima. Giordano, con qualche sfortuna di troppo riesce da campione a limitare i danni. Alla fine ha prevalso nel raggruppamento principe delle E2 Sc 1600, quindi proprio Maroni con i totali di 5.09.173 in manche 1 e 5.10.840 in manche 2. Negli altri raggruppamenti del Challenge, note per Barbone (E2 SS 1.6), Bussandri (E1 +2.0), Criscuolo (N 1.6) ecc.

Le Bicilindriche: nelle prove ufficiali della domenica mattina, pole position per D. Cuomo (Fiat 500 gr.5 700) con il tempo di 1.00.408, il migliore dei 10 in griglia. In gara 1 sui 12 giri, Cuomo si conferma e va a vincere. A concludere il podio, A. Cante (Fiat 500 S1) e L. Belardo (Fiat 126 S1). Miglior giro in gara ancora per D. Cuomo. In gara 2 con la griglia che ha rispettato l’ordine di arrivo della gara precedente praticamente una fotocopia. Super Cuomo stravince regolando per il podio Cante e Belardo. Miglior giro in gara sempre del mattatore D. Cuomo.

Velocità m.i. : nove autovetture per la velocità, sul meglio dei 12 giri. Creati due raggruppamenti. Nel primo, miglior tempo nelle prove ufficiali per G. Pironti (Rover 216 E1 2.0) che vince anche la gara davanti a M. Bonanno (Citroen Saxò Vts Rs 1.6 p) e L. Criscuolo (Peugeot 1.6 16v N 1.6). Nel secondo raggruppamento, M. Stanco (dallara 308/Fiat F3) firma la pole nelle prove ufficiali e vince la gara precedendo Mastellone e Massaro, entrambi su Radical.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *