Karting: APERTURA E PROVE LIBERE A SARNO PER LE ROTAX GRAND FINALS 2016

Sono iniziate a Sarno presso il Circuito Internazionale Napoli le Grand Finals della Rotax con grandi numeri ed uno spettacolare colpo d’occhio per l’impianto. Prime sessioni di prove libere in pista. L’evento durerà una settimana dal 15 al 22 ottobre pv.

 Semaforo verde con piloti in pista a Sarno per le Rotax Max Challenge Grand Finals, uno degli eventi Karting più importanti a livello mondiale. Grandi numeri con 360 caschi ovvero piloti provenienti da oltre 59 diverse nazioni divisi nelle sei classi tutte motorizzate dal gigante austriaco Rotax. Per il Karting oltre al motore conta la specifica del telaio del mezzo ed i fornitori per questa edizione delle Grand Finals sono l’italiana BirelArt, la francese Sodì ed il gruppo Praga IPK.

Come da programma, già svolte durante lo scorso fine settimana la registrazione dei piloti e l’assegnazione dei veicoli di gara, i Kart. Nelle giornate di lunedì e martedì, primo assaggio di pista per i concorrenti con le sessioni di prove libere (FP). Mercoledì e giovedì, prove cronometrate e prime gare come manches di qualificazione. Di venerdì le gare di PreFinale e giornata conclusiva di sabato con le finali dove accederanno solo 34 piloti per ognuna delle 6 classi e dove verranno eletti i campioni mondiali della serie Rotax. Quindi, primi riscontri dalla pista con la sessione di prove libere che hanno visto: nella Micro Max, il portoghese A. Malheiro che fa registrare 1.12.123; nella Mini Max, J. I. Teske dall’Uruguay con il best lap in 1.08.587; nella Junior Max l’austriaco L. Dunner con 1.02.889; nella Max il pilota argentino F. Durder con 1.02.360; nella DD2 dotata di cambio, l’ungherese F. Kancsar con 1.01.401 ed infine nella DD2 Master, il brasiliano L. Neinkoetter con 1.01.948.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *